FANDOM

1,940,721 Pages

StarIconGreen
LangIcon
Racconto Della Fine Del Giorno

This song is by Rossana Casale and appears on the album Incoerente Jazz (1989).

E’ da me, dall’irrealtà all’economia del limite,
dalla cronaca del sé
all’intrigo ad armi chimiche.

Distratto svanì nell’alta marea,
la guerra divenne un’idea.
Nessuno parlò,
la gente partì,
seguendo un lupo impazzito e poi, poi

la modernità,
Kafka in galleria,
qualche santo sfruttò la mia coscienza
dal misero contenuto che ha.

E da me, dall’eternità
Di una tregua insospettabile
Venne il tempo per il tè
E del mistico nel crimine.

Il saggio mentì,
qualcuno applaudì,
ingenuo trovò la sua via.

Il diavolo no,
e gliela invidiò,
la psiche infiammabile si bruciò.

Io non vidi più
Nel settantasei,
nel silenzio
compresi l’importanza
dell’anima
e come il giorno finì.

Nel pensiero di un po’ di vino bianco,
nel classico,
e come il giorno finì.

Come il giorno finì.
Come il giorno finì.
Come il giorno finì.
Come il giorno finì.

Poi non vidi più
Nel settantasei
E nel segno
Del giro per L’Italia,
poetico,
e come il giorno finì.

Nel silenzio
compresi l’importanza
dell’anima
e come il giorno finì.