FANDOM

1,928,197 Pages

StarIconGreen
LangIcon
​Il Fisarmonicista

This song is by Rossana Casale and appears on the album Strani Frutti (2000).

Lei è bella e fa la vita
All’angolo laggiù,
clientela infinita
che a lei paga di più.

Poi fuori dalla strada
Lei trova la poesia,
sognando alla balera
della periferia.

Il suo uomo fa l’artista,
un tipo ambiguo e strano:
un fisarmonicista
che sa suonar la giava.

Lei ascolta la giava
Ma senza ballare,
lei non guarda neanche la pista
e con occhi amorosi,
segue i gesti nervosi
e le dita del suo artista.

Entra dentro la pelle,
accarezza le spalle,
sopra e sotto,
in un vortice muto
e le manca il respiro,
è una droga,
una musica addosso,
il suo corpo sfinito.

Lei è bella ma ora è triste,
seduta lì per terra,
il fisarmonicista
è andato a far la guerra.

Ritornerà il soldato
E avranno un bel locale,
lei sarà la sua cassiera
e lui farà il padrone.

La vita sarà bella,
vivranno sa pascià.
Lui suonerà la giava
E lei la intonerà.

Lei ascolta la giava,
sussurra la giava
e rivede il fisarmonicista
e con occhi amorosi
pensa ai gesti nervosi
delle dita del suo artista.

Entra dentro la pelle,
accarezza le spalle,
sopra e sotto,
in un vortice muto
e le manca il respiro,
è una droga,
una musica addosso,
il suo corpo sfinito.

Lei è bella, triste e sola,
all’angolo laggiù.
Gli uomini per strada
Non scelgono più.

Se crepo non importa,
lui ormai non tornerà,
fu tutta la sua vita,
mai più lei sognerà.

Le gambe sono tristi
E tornano alla via
Dove c’è un altro artista,
laggiù in periferia.

Lei ascolta la giava,
ora ascolta la giava,
lei sussurra la giava,
ora sente la giava.

Entra dentro la pelle,
accarezza le spalle,
sopra e sotto,
in un vortice muto
e le manca il respiro,
è una droga,
una musica addosso,
il suo corpo sfinito.