FANDOM

1,928,599 Pages

StarIconGreen
LangIcon
​E Tu Ballavi

This song is by Massimo Ranieri and appears on the album Ranieri (1995).

E tu ballavi sotto il ponte della ferrovia
Mentre il treno passava portandosi via
Brandelli d'azzurro catturati al tuo sguardo
Quel treno ricordo era sempre in ritardo

E tu ballavi sopra il suo petto
Ne è passato di tempo, qualche volta ti aspetto
Seduta sul letto, sdraiata sul grano
A volte s'illude di vederti lontano

Povero amore, amore perduto,
L'erba bagnata di primavera
Tra le paludi di un mondo impazzito
Il tempo di un bacio e fu subito sera

Povero amore, amore di lui
Spuma di mare, carezza di vento
Amore di vetro senza futuro
Ridotto in frantumi in un solo momento

E tu ballavi sopra il divano
E lo invitavi con la tua mano
Lui che sbirciava sotto la gonna
Tu che l'alzavi senza vergogna

E tu ballavi sopra il suo cuore
Sul cuore del mondo senza fare rumore
Sembrava un bel sogno, che ride che spera
Il tempo di un bacio e fu subito sera

Povero amore, amore sfregiato
Dai mille rasoi che inventa il destino
Dai sassi scagliati da un cielo spietato
Che non risparmi ad un amore bambino

Senza un domani, senza una storia
Senza una foto per ricordare
Senza dolore, senza memoria
Puro immenso come l'acqua di un mare

E tu ballavi dentro lo specchio
Sui riflessi di un mondo ogni giorno più vecchio
Lui ti guardava seduto per terra
La radio graffiava notizie di guerra

E tu ballavi sui campi innevati
Tra le orme assassine di stivali chiodati
Che ti colsero in volo come una farfalla
Cucita sul petto avevi una stella

Una stella di stoffa tra mille e più stelle
Brillava nel buio di un vagone di piombo
Sembrava cucita sulla tua pelle
Sembrava un lampione sulla cima di un monte

Povero amore, amore innocente,
Coperto di fango, sfinito di rabbia
Povero amore, non resta più niente
Soltanto sogni fatti di sabbia

E tu ballavi dietro al filo spinato
Sicura che il mondo non avrebbe scordato
Il buio che aveva cancellato lo stato
Milioni di vite come neve che cade

E tu ballavi E tu ballavi

E tu ballavi tra la pioggia e il terrore
A piedi nudi senza neanche sentire
Gli sputi feroci, gli insulti di morte
Il tempo di un bacio e fu subito notte

E tu ballavi E tu ballavi...