FANDOM

1,923,366 Pages

English PencilEdit

In the illusion I believed in my inexorable force
And inevitably I became weak
Now I can feel the changes of events
And I already know the emotions that open distant memories

In the place where souls meet, the hope that lied in this tired body
Now stop vibrating, like a fire extinguished by the tears
Between my hands a thread of water I will carry with me
And in the uninhabited land a thread of grass will survive

I do, I do, to struggle and emerge from the dark
and then ascend to the heavens never reached
I do, I do, to look in the future
and to smile without fearing the emptiness

In an instance, new aspirations flow
A scenery of conquests and bewilderments is opened before me
In the silence, reflection of ages left like breathes
I perceive the revolving movement, and then...

In the stopped time, to trace new boundaries
I will push myself further, collecting my force in the wind
Between the hands the reflections of ages walked away
Leaving unerasable traces

I do, I do, to cry at the ice-cold extinguished eyes,
To be better
I do, I do, to overcome the impenetrable worlds
Without fearing the emptiness...
I do, I do, to struggle and emerge from the dark
And then ascend to the heavens never reached
I do, I do, to look in the future
And to smile with a new identity
Until the sun rises...

I do

I do

Original (Italian) PencilEdit

Nell'illusione ho creduto alla mia forza inesorabile
E inevitabilmente sono diventata debole
Ora sento gli eventi si transformano e so già
Di emozioni che aprono ricordi lontani

Nell'anima ritrovo la speranza che nel corpo stanco ormai
Ha smesso di vibrare come un fuoco spento dal mio pianto
Tra le mani un filo d'acqua porterò con me e
Nel deserto un filo d'erba sopravviverà

I do, I do emergere dal fondo per lottare e poi
Salire in alto più che mai
I do, I do guardare nel futuro e sorridere
Senza temere nulla più

In un instante nuove aspirazioni anche se davanti a me
Si apre uno scenario di conquiste e smarrimenti
Nel silenzio, riflessi de epoche lasciate via
Respirando ne avverto il moto circolare e poi...

Il tempo si è fermato per tracciare nuovi confini, ed io
Mi spingerò lontano raccogliendo le mie forze nel vento
Tra le mani riflessi di epoche lasciate via
Camminando ritrovo le tracce indelebili

I do, I do gridare contro gli occhi spenti e gelidi
Per essere sempre di più
I do, I do oltrepassare mondi inespugnabili
Senza temere nulla più...
I do, I do emeregere dal fondo per lottare e poi
Salire in alto più che mai
I do, I do guardare nel futuro e sorridere
Con una nuova identità
Fino a quando il sole sorgerà...

I do

I do