FANDOM

1,927,236 Pages

StarIconGreen
LangIcon
​Chi Sono

This song is by Herman Medrano and appears on the album 160 X 50 (2001).

Chi sono? Qualche volta me lo chiedo
Mi hanno detto mille cose ma io tanto non ci credo
Cosa sento? Soprattutto che son stanco
Di cercare le risposte alle domande e andare in bianco

Chi sono? Uno a caso, herman medrano
El nino, muso da villano
Solo un b-boy, perso per i fatti suoi
Se vuoi tu puoi chiamarmi anche roy
Chi sono? Un mecco fra miliardi cagati sul pianeta
Ho una sola vita e passa in fretta
Sfrutto ogni secondo quando ne ho la facolta'
Bevo fumo e scopo come un cincilla'
Chi sono? Un uomo, siedo solo
Consumo ogni scalino del duomo col culo
Cuocio nel mio brodo, cucio il mio suono
Scucio un po' di grano e poi lo caccio per il globo
Chi sono? Un testimone quando c'ero
Chi mi cerca puo' contarci perche' sa che sono vero
Sei dei nostri se lo dimostri, non se te ne fotti
E fai nomi e posti a cazzo come mitrokhin
Chi sono? Tranquillamente chiedi alla mia gente
Vincente perdente la mia gente e' la mia gente
Chi s'imbazza con gente strana per la filigrana
E per la fama dopo quattro rime lo si sgama
Chi sono? L'ultimo, sicuro, piu' di qualcuno
Puo' baciarmi il culo, io non passo lo sturo
Bla bla e riflettori a 10.000 Watt
Fotto fama e gloria perche' vivo l'hip hop

Chi sono? Vivo per le rime o muoio
Ne faccio un'uso improprio come con manette e cuoio
Tu puoi parlar di religione se non sei un prete
Ma non puoi parlar di rime se non sai cos'e' un rapper
Chi sono? Un mecco che lavora, supera ogni prova
Piu' di un'ottantenne che si droga
Certa roba la si paga, feste senza pass
Con chi sta zitto e fa, dando il culo piu' di un trans
Chi sono? Cresciuto ad acr
E fino a 13 anni per i piedi ho sempre avuto un prete
Poi, scelte ben diverse dalle altre, nelle teste
Poche idee proprie troppe quelle imposte
Chi sono? Regalami fiducia e te ne accorgi
Pieno controllo sul da farsi ieri come oggi
Chi si erge con la consistenza delle scuregge
Chi invece emerge ma non sa guidare un gregge
Chi sono? Vorresti punzecchiarmi per scoprirmi
Fanculo gli eroismi, ognuno c'ha i suoi ritmi
Ho imparato quando ci si deve arrendere
Troppi vogliono sapere ma nessuno vuol comprendere
Chi sono? Non rendo piu' conto a nessuno
Sputo nel piatto su cui mangio e piuttosto sto a digiuno
Tendenziamente un solitario non un leader
Mi faccio i cazzi miei perche' vivo e lascio viver