FANDOM

1,927,190 Pages

StarIconGreen
LangIcon
​In Caduta Libera Dall'8° Piano

This song is by Carlo Fava and appears on the album Ritmo Vivente Muscolare Della Vita (1994).

In caduta libera dall'ottavo piano
Sto pensando che avrei bisogno di una mano
Magari di una mano robusta e virile
Che non mi faccia cadere proprio in mezzo al cortile
Sto rivivendo come in un flash
Qual è la mia vita
Mille foto formato polaroid
Sto pensando che non ho nemmeno l'assicurazione sulla vita
E me l'aveva detto l'agente della Lloyd
Al quinto piano sto passando
Almeno a 100 all'ora
Mi aggrappo disperato allo stendibiancheria
Ma non regge e lo sradico di colpo
E sento che si incazza
La signora Maria…
In caduta libera
Dall'ottavo piano
Sto pensando che avrei
Bisogno di una mano
Magari di una mano
Robusta e virile
Che non mi faccia cadere
Proprio in mezzo al cortile
Al terzo piano mi ricordo di un amore
Che mi diceva sempre che non ero buono a niente
Se mi vedesse adesso volare a testa in giù
Forse mi amerebbe
Mi amerebbe veramente
In caduta libera
Dall'ottavo piano
Sto pensando che ho fatto
Troppo tardi ieri sera
E non avrei dovuto addormentarmi
Appoggiato trasognato alla ringhiera
Sono disteso in mezzo al cortile
E mi stan portando via
E ritrovo per quel che può servire
Qualche lampo d'ironia
La mano me la tiene
Una splendida infermiera
È proprio vero che la vita
È qualcosa in cui si spera

(Grazie a Serena per questo testo)