Fandom

LyricWiki

Banda Bassotti:Potere Al Popolo Lyrics

1,868,286pages on
this wiki
Add New Page
Talk0 Share

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

StarIconGreen
LangIcon
Potere Al Popolo

This song is by Banda Bassotti and appears on the album Avanzo De Cantiere (1995).

Chi ci governa vuole riportarci indietro a cent'anni fa
Nell'ignoranza, lo sfruttamento, l'oppressione e la povertà
Chi ci controlla paga ai suoi servi il premio fedeltà
Poltrona, villa e scorta laggiù dove il bullone non arriverà
Ma la forza del progresso in una sola direzione va
Marcia verso l'orizzonte rosso della libertà
Ex democristiani biscioni e fascisti cacciamoli via
La storia non è stata ancora scritta
Adesso è l'ora, potere al popolo!
Chi ci condanna vuole dare una lezione a chi alza la testa
A chi è vissuto sempre come uno schiavo e adesso dice basta
E chi controlla i media è sempre il ruffiano di trent'anni fa
Che condannò Valpreda e la verità ha nascosto nella pubblicità
Ma la forza del progresso in una sola direzione va
Marcia verso l'orizzonte rosso della libertà
Ex democristiani biscioni e fascisti cacciamoli via
La storia non è stata ancora scritta
Adesso è l'ora, potere al popolo!
E quando sarai stufo e dirai di no un nuovo giorno per te sarà
E insieme a te ognuno capirà di non avere scelta
Un'unica occasione avrai
Cantiere, fabbrica, scuola, ghetto e quartiere
Non dormiranno i ribelli delle città
Non sarà più come vorrà il potente
Sarà il ritorno della civiltà, e si ballerà...
Chi ci governa vuole riportarci indietro a cent'anni fa
Nell'ignoranza, lo sfruttamento, l'oppressione e la povertà
Chi ci controlla paga ai suoi servi il premio fedeltà
Poltrona, villa e scorta laggiù dove il bullone non arriverà
Ma la forza del progresso nelle nostre mani sta
Il nemico è sempre lo stesso ce vole annientà
Ma i ministri papponi e ruffiani leghisti buttiamoli via
Non è più tempo d'aspettare, ora è già tardi indietro non si tornerà!

Also on Fandom

Random Wiki