FANDOM

1,928,246 Pages

StarIconGreen
LangIcon
​La Memoria, il Canto e La Marea

This song is by Avvolte and appears on the album Avvolte Kristedha (2008).

A te che vaghi in mezzo alla tempesta
Un passo dopo l'altro, un passo dopo l'altro
E non hai pietra ove posar la testa
Le palpebre chiudi dolcemente
Come il cigno fa con le sue ali
Vorrei che in seno t'abitassero pensieri chiari
E il sangue tuo a fiotti ritmici scorresse piano

Dicono che la cattiveria
Non viva da se nella natura
Ma a volte siamo solo testimoni
Di ciò che è stato e più non è

Sugli occhi ora tieni le mani
Piangi
Senza più voce le tue parole
Tra le macerie piangi

Quaggiù se nulla è certo che l'egoismo umano
E quanta cura mette nel truccarsi
È sciocco edificare se tutto va in rovina

Dicono che dall'esperienza
L'uomo impari da se quando ha memoria
Ma a volte siamo solo testimoni
Di ciò che è stato e più non è

Poca la luce
Ora che il silenzio
Al fianco tuo è seduto
Ora che la mente tua
Sa leggere oltre l'acqua torbida