FANDOM

1,927,992 Pages

StarIconGreen
LangIcon
​L' Angelo Della Morte

This song is by A.D.L. 122 and appears on the album L'angelo Della Morte (1996).

In una notte di tempesta nell'oblio della speranza
a cavallo di un destriero ecco la sorte che avanza
è un esercito unito dal segreto dell'orrore
è la fine di chi ha vissuto condannato dal dolore.

E' arrivato per colpire è arrivato per punire
le carogne senza volto che ora dovran soffrire
come un lupo nella nebbia, già premeditata la sorte
la vendetta sarà sangue per l'angelo della morte.

Lui brandisce la sua spada lui è il re della sua armata
come un incubo s'abbatte sul calare della notte
fra i lamenti dei tuoi figli che reclamano il potere
ma il futuro è cosa fatta non potranno più godere.

E' l'angelo della morte che guida le
sue schiere
verso la tua potrona.
E' l'angelo della morte che guida le
sue schere
verso la tua corte.

E' l'inizio della fine è la fine dell'inizio
non potrai certo scappare questa è l'ora di saldare
questo è il giorno in cui all'oppresso tutto quanto gli è concesso
non ti puoi raccomandare incomincia a pregare

Sull'asfalto ancora caldo dalle membra fatiscenti
fra gioielli e portafogli le tabelle dei clienti
la lussuria ora è cambiata di tragedia si è vestita
finalmente la bilancia oscillante ti è nemica.

E l'angelo glorioso con le mani alla luna
intrinse con il sangue che sgorga dalla gola
dell'ultimo vigliacco a cui diede la morte
con un colpo di spada distrusse la sua corte.

E' l'angelo dell amorte che guida le
sue schiere
verso la tua poltrona.
E' l'angelo della morte che guida le
sue schiere
verso la tua corte.

E se non hai capito o se sei un deficente
che l'angelo colpisce e non perdona niente
tu servo giornalista e tu sporco banchiere
sarete il piatto forte di tutte le schiere.

Non è una religione e nemmeno una leggenda
ma è solo il destino è una morte violenta.
Colpisce chi ha distrutto e sempre ha rubato
quand'era il padrone e mai fu condannato.

Cominciate a tremare per voi e i vostri miliardi
che sono il frutto marcio di illeciti guadagni
sulla pelle di un popolo mai domo nè sconfitto
che seguirà la strada dell'uguale diritto.

E' l'angelo della morte che guida le
sue schiere
verso la tua poltrona.
E' l'angelo della morte che guida le
sue schiere
verso la tua corte.